Vaccinazioni in Italia in data 02-04-2021

I vaccinati nella fascia di età 30-39 hanno superato i vaccinati nella fascia di età 70-79 anni

 

Ranking delle regioni per numero delle dosi somministrate rispetto alle dosi consegnate. Il Veneto è al primo posto per numero di dosi somministrate rispetto alle dosi consegnate con un valore pari a 94,9%, seguito dal trentino Alto Adige con un ammontare pari a 93,35% e dalla Valle d’Aosta con un ammontare pari a 92,7%. A metà classifica vi sono il Lazio con un valore pari a 87,5%, la Sicilia con un ammontare pari a 87,4% e la Campania con un ammontare pari a 87,2%. Chiudono la classifica la Puglia con un valore pari a 82,6%, la Sardegna con un valore pari a 82% e la Calabria con un ammontare pari a 78,4%.

Ranking dosi consegnate in percentuale della popolazione. La Liguria è al primo posto della classifica per numero di dosi consegnate in percentuale della popolazione con un valore pari a 24,65, seguito dal Molise con un ammontare pari a 24,60% e dall’Emilia Romagna con un ammontare pari al 23,00%. A metà classifica vi sono l’Abruzzo con un valore pari a 21,19%, seguito dalla Valle d’Aosta con un valore pari a 21,14% e dal Trentino Alto Adige con un ammontare pari a 21,12%. Chiudono la classifica la Sicilia con un valore pari a 19,26%, la Calabria con un ammontare pari a 18,83%  e la Campania con un ammontare pari a 17,79%.

Ranking delle regioni per dosi consegnate. La Lombardia è al primo posto per numero di dosi consegnate per regione con un numero pari a 1980280 unità, seguito dal Lazio con un ammontare prai a 1249350 e dall’Emilia Romagna con un ammontare pari a 1026960 unità. A metà classifica fi sono la Puglia con un ammontare pari a 762.115 unità, la Liguria con un ammontare pari a 375.880 unità e la Calabria con un ammontare pari a 356.750 unità. Chiudono la classifica la Basilicata con un valore pari a 115.085 unità, il Molise con un ammontare pari a 72925 unità, e la Valle d’Aosta con un ammontare pari a 26.430 unità.

Ranking delle regioni per dosi somministrate. La Lombardia è al primo posto per numero di dosi somministrate con un ammontare pari a 1697654 unità, seguita dal Lazio con un ammontare pari a 1093580 unità e dal Veneto con un ammontare pari a 984.659 unità. A metà classifica vi sono Puglia con un ammontare pari a 629.442 unità, la Liguria con un ammontare pari a 313.287 unità e le Marche con un ammontare pari a 280.545 unità. Chiudono la classifica la Basilicata con un ammontare pari a 100.896 unità, seguito dal Molise con un ammontare pari a 68.186 unità e dalla Valle d’Aosta con un valore pari a 24.505 unità.

Andamento delle dosi somministrate in percentuale della popolazione. Il Molise è al primo posto per numero di dosi somministrate in percentuale con un valore pari a 22,69%, seguito dalla Liguria con un ammontare pari a 20,55%, e dall’Emilia Romagna con un ammontare pari a 20,26%. A metà classifica vi sono la Toscana con un ammontare pari a 19,08%, il Lazio con un ammontare pari a 19,00% e le Marche con un valore pari a 18,55%. Chiudono la classifica la Sardegna con un valore pari a 15,83%, la Campania con un ammontare pari a 15,50% e la Calabria con un valore pari a 14,76%.

Ranking dei vaccinati per fascia di età. La fascia 80-89 anni è al primo posto per numero di vaccinazioni in Italia con un valore pari a 3294029 unità, seguito dalla fascia di età 50-59 con un valore pari a 1688744 unità e dalla fascia 40-49 con un valore pari a 1299674. Al quarto posto vi è la fascia di età 60-69 anni con un valore pari a 1125518 unità, seguita dalla fascia di età 30-39 con un ammontare pari a 961836, dalla fascia di età 70-79 con un valore pari a 816946 unità. Chiudono la classifica le persone con più di 90 anni che hanno ricevuto circa 816946 vaccini, le persone nella fascia di età 20-29 anni con un numero di vaccini pari a 668.172 seguiti dalla fascia di età 12.897 con un valore molto ridotto delle vaccinazioni pari a 12.897.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *