I beni pubblici e le istituzioni contro le crisi finanziarie

L’economia francescana ha ispirato l’economia civile. L’economia civile pone l’accento sull’importanza della reciprocità, della relazionalità e della comunità per ridurre l’impatto delle crisi finanziarie. In effetti la teoria dei fallimenti del mercato sembra confermare la crescita della probabilità delle crisi finanziarie in caso di mancata cooperazione e coordinamento tra le parti sociali. La crescita della diseguaglianza, insieme con la mancata capacità dei prezzi di essere rappresentativi, possono comportare una crescita della probabilità di crisi finanziaria. I beni pubblici e le istituzioni possono operare per ridurre la probabilità delle crisi.

Per un approfondimento clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *